Seguici su

Politica

ZERO RISPETTO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ZANIN PER IL TRAGICO MOMENTO

Fino a quando c’era il sole e la salute toccava solo i più indigenti, la casta della politica regionale viaggiava in auto blu fra una commemorazione e l’altra. Oggi, c’è un virus democratico che non guarda in faccia nessuno, non fa distinzione fra benestanti e poveri, fra destra e sinistra. Così, mentre il sindaco di Gemona, Roberto Revelant, in prima linea come tutti gli amministratori locali, scrive: “Sono molte le salme arrivate oggi da Bergamo e temiamo che questa vicenda drammatica non si concluderà velocemente anche se lo speriamo, e preghiamo perché ciò avvenga. Oggi ci è stata chiesto ulteriore supporto anche da altre regioni. Supporto che vorremmo poter dare ma ne siamo impossibilitati perché entrambi gli impianti stanno lavorando a ciclo continuo, giorno e notte. La situazione lascia senza parole. Oggi a rappresentare l’Amministrazione comunale è stato delegato il Vicesindaco Loris Cargnelutti, assieme al Coordinatore della Protezione Civil Giuseppe Turchetti e il Capogruppo degli Alpini Gabriele Gubiani. La prossima volta delegherò altri membri della giunta, desidero il massimo coinvolgimento possibile e consentito in questa situazione. Un grazie anche ai bimbi che hanno preparato un bellissimo striscione, ed a tutte le persone che stanno lavorando per gestire questa emergenza”, il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, nel pieno dell’emergenza Pandemia si ritrae su Facebook, sereno e sorridente, con il seguente post “Si approfitta per dedicarsi finalmente ai lavori domestici”.

ECCO PERCHE’ IL 18 MAGGIO BAR E RISTORANTI FALLIRANNO

News

ASSURDO: A UDINE BICCHIERATA DI AUGURI CON LA PROTEZIONE CIVILE

News

SCANDALO COVID: I DATI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA NON TORNANO A BORRELLI

News

UDINE: ASSEMBRAMENTO DI BALORDI IN AUTOSTAZIONE

News

Connect