Seguici su

Politica

POVERI ANZIANI: UN BRUTTO PRESENTIMENTO

Ogni giorno la Protezione Civile ci dice che le cose in Friuli Venezia Giulia vanno bene. Il numero dei contagi cala, il numero dei guariti cresce e i morti sono pochi. Alle volte un morto al giorno, alle volte due. La direzione regionale della salute tranquillizza i cittadini dichiarando che i decessi sono tutti di anziani e spesso con altre patologie. Così, di giorni in giorno, uno o due alla volta, il totale degli anziani deceduti cresce sempre di più. Quegli anziani fino a poco tempo fa, seppur vecchi avevano un nome, un cognome ed una foto sul quotidiano locale; oggi si è deciso che questa notizia deve essere minimizzata. I quotidiani non devono dare un volto a questi morti per evitare di svegliare qualche coscenza. Chissà quanti di questi decessi, prevalentemente triestini, erano destinati ad essere imbarcati sulla nave lazzaretto proveniente da Napoli? Chissà se qualcuno ha deciso che farli morire uno alla volta senza dare grande eco alla notizia sia meglio che farli uscire in bara dal traghetto lazzaretto. Una cosa è certa: alla fine di questa tragedia mancano ancora 150 morti…

ECCO PERCHE’ IL 18 MAGGIO BAR E RISTORANTI FALLIRANNO

News

ASSURDO: A UDINE BICCHIERATA DI AUGURI CON LA PROTEZIONE CIVILE

News

RICCARDI: “HO FATTO BENE A LASCIAR MORIRE GLI ANZIANI NELLE CASE DI RIPOSO INVECE DI RICOVERARLI”

Sanità

SCANDALO COVID: I DATI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA NON TORNANO A BORRELLI

News

Connect