Seguici su

Tecnologia

MO’ SON CAZ*i :’)

Tracking people's location and coronavirus outbreak: crowd of people keeping a safe distance and being located by a tracker app

La tecnologia di tracciamento del contagio da coronavirus “è da oggi nelle mani delle autorità sanitarie di tutto il mondo con cui abbiamo lavorato e che decideranno come usarla”. Lo rendono noto Apple e Google che lavorano insieme al progetto dal 10 aprile. Il sistema è stato richiesto da 22 Paesi, tra cui l’Italia ove la sua ufficializzazione precede il lancio dell’app Immuni. Il punto di forza della tecnologia è la notifica di esposizione al contagio che userà il Bluetooth e sarà volontaria e rispettosa della privacy.”Abbiamo collaborato per costruire la tecnologia di notifica di esposizione al contagio per consentire alle app delle autorità sanitarie di funzionare in modo più accurato, affidabile ed efficace sia su telefoni Android che iOS”, aggiungono Apple e Google. Continuano affermando che: “Nelle ultime settimane, le nostre due società hanno lavorato insieme ad autorità sanitarie, scienziati, organizzazioni sulla privacy e leader dei governi di tutto il mondo per raccogliere contributi e indicazioni. La notifica di esposizione ha come obiettivo specifico l’avviso tempestivo, particolarmente importante per rallentare la diffusione della malattia dal momento che il virus si può diffondere in modo asintomatico”. Perciò ora che pare essere pronta la tecnologia, sarebbe proprio il momento di metterla in funzione anche perché come abbiamo visto negli ultimi giorni, la riapertura ha portato forti assembramenti di gente dotata di basso intelletto che se ne è altamente fregata delle conseguenze e probabilmente queste sono le stesse persone che creano polemiche su polemiche sull’argomento installazione dell’app per il tracciamento. Per questo, a parer nostro, la presenza di queste tecnologie per monitorare i rischi di contagio è di vitale importanza sopratutto dopo aver visto questi fenomeni che purtroppo rispecchiano quanto la nostra società sia “indietro” e la non volontà di collaborare durante questi momenti difficili rispecchia sempre di più la nostra inadeguatezza.

ECCO PERCHE’ IL 18 MAGGIO BAR E RISTORANTI FALLIRANNO

News

ASSURDO: A UDINE BICCHIERATA DI AUGURI CON LA PROTEZIONE CIVILE

News

RICCARDI: “HO FATTO BENE A LASCIAR MORIRE GLI ANZIANI NELLE CASE DI RIPOSO INVECE DI RICOVERARLI”

Sanità

SCANDALO COVID: I DATI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA NON TORNANO A BORRELLI

News

Connect