Seguici su

Politica

LA REGIONE FVG AIUTA I DIRIGENTI IN PENSIONE INVECE DELLE PARTITA IVA

In un momento nel quale migliaia di lavoratori perderanno il posto di lavoro, altre migliaia sono in cassa integrazione ed altri – medici ed infermieri in primis – sono in prima linea rischiando la vita per pochi soldi, la Giunta Regionale, con un provvedimento senza vergogna, affida incarichi maggiorando lo stipendio quale indennità di maggior impiego, a chi poi già percepisce laute pensioni. E cosa dovrebbero dire i medici che rischiano di morire, senza che alcuno gli dia una maggiorazione? La politica ed il deep state, intrecciate da sempre in taciti accordi, ancora una volta hanno manifestato cecità senza vergogna difronte ai morti. Ricordiamo alla Corte dei Conti che tali incarichi devono rispettare la legge Madia, e dunque ci auguriamo che la Corte e la Procura facciano il loro dovere. 27.03.2020 12:57 – Enti locali: Roberti, nomina Commissari liquidazione Uti e avvio Edr : Trieste, 27 mar – “Un passo in avanti nel percorso di riforma degli enti locali del Friuli Venezia Giulia, che segna il definitivo superamento delle Uti e apre al nuovo assetto territoriale con l’avvio – e il successivo subentro – degli Enti di decentramento regionale”.
È quanto comunicato dall’assessore regionale alle Autonomie locali, Pierpaolo Roberti, a margine dell’approvazione della delibera di Giunta con la quale sono stati nominati i commissari straordinari per la liquidazione delle Unioni territoriali intercomunali che esercitano le funzioni delle soppresse Province e per il subentro e l’avvio degli Enti di decentramento regionali (Edr) di Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine.
“A partire dal 1 aprile – ha spiegato l’assessore Roberti – tutte e quattro le Uti degli ex capoluoghi di provincia verranno rette da due Commissari: per le Uti Noncello e Friuli centrale, le cui assemblee erano state già sciolte, Augusto Viola proseguirà il lavoro già intrapreso, mentre per le Uti Giuliana e Collio-Alto Isonzo abbiamo nominato il ragioniere generale della Regione, Paolo Viola”. Il provvedimento definisce i compiti principali che spetteranno ai due commissari chiamati a curare gli adempimenti per la liquidazione delle Uti entro la fine di giugno 2020. “A loro – ha aggiunto l’assessore – verrà demandato il compito di organizzare l’avvio degli Enti di decentramento regionale, i quali subentreranno alle Uti fino alla nomina degli organi interni che ne assicureranno autonomia e funzionamento”.
Ai commissari sarà riconosciuta un’indennità di carica pari a quella attribuita al sindaco del Comune dell’Unione con il maggior numero di abitanti, con la maggiorazione del 50 per cento in ragione del conferimento a entrambi dell’incarico di Commissario di due Enti. ARC/CCA/al

ECCO PERCHE’ IL 18 MAGGIO BAR E RISTORANTI FALLIRANNO

News

ASSURDO: A UDINE BICCHIERATA DI AUGURI CON LA PROTEZIONE CIVILE

News

SCANDALO COVID: I DATI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA NON TORNANO A BORRELLI

News

UDINE: ASSEMBRAMENTO DI BALORDI IN AUTOSTAZIONE

News

Connect