Seguici su

Politica

IL DECLINO DELLA VECCHIA CLASSE POLITICA UDINESE

Uno dei meriti che ha avuto questo terribile Virus che ha chiuso il mondo in casa è stato quello di far capire, una volta per tutte, l’inutilità politica di molti amministratori locali presenti da anni nel paronama regionale e che dopo incarichi prestigiosi e ben remunerati, non hanno ancora accettato l’idea di farsi da parte. Enrico Bertossi, già vice sindaco nei lontanissimi tempi di Angelo Candolini e poi assessore regionale esterno con Riccardo Illy, oggi a 63 anni, siede a Palazzo D’Aronco come consigliere comunale di opposizione. In piena pandemia, con la crisi dei commercianti e la difficoltà degli anziani ad andare avanti, Bertossi dopo aver chiesto lumi al sindaco Fontanini sulla pulizia dei bidoncini della spazzatura si è interessato al taglio di alcuni alberi del castello. A tale riguardo scrive testualmente: “Se Fontanini pensa che la nostra disponibilità a collaborare nell’interesse dei cittadini significa accettare senza reagire la sistematica distruzione di Udine e la sospensione della democrazia si sbaglia di grosso; la giunta, che continua fisicamente a riunirsi anche insieme ai capigruppo di maggioranza e a qualche altro fedele consigliere a palazzo, non trova altro di meglio  che deliberare il taglio degli alberi sul colle del castello”


ECCO PERCHE’ IL 18 MAGGIO BAR E RISTORANTI FALLIRANNO

News

ASSURDO: A UDINE BICCHIERATA DI AUGURI CON LA PROTEZIONE CIVILE

News

SCANDALO COVID: I DATI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA NON TORNANO A BORRELLI

News

UDINE: ASSEMBRAMENTO DI BALORDI IN AUTOSTAZIONE

News

Connect