Seguici su

Sanità

FEDRIGA DICHIARI TRIESTE ZONA ROSSA – 121 DECESSI

Nella città di Trieste i morti per Covid19, ad oggi, sono stati 121 e almeno 80 sono anziani ospiti delle case di riposo. Case di riposo sparse a macchia di leopardo per tutta la città al punto che il vice governatore Riccardi vuole ricorrere all’utilizzo di una nave in arrivo da Genova per isolare un centinaio di anziani. La situazione è a rischio ed ha dimostrato la sua fragilità infettando il reparto del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Cattinara a Trieste. Nel raffronto con la situazione della Sicilia e della Calabria il rischio contagio a Trieste è di gran maggiore e, forse anche per questo, la Protezione Civile regionale invia dati non sempre corretti a quella nazionale. Immaginatevi il rischio se già fra 10 giorni nei cantieri navali di Fincantieri dovessero tornare a lavoro oltre 7000 operai, di cui una buona parte proveniente, in autobus appositi, da fuori regione. In Sicilia e Calabria le strutture che ospitano anziani sono state particolarmente colpite dalla pandemia. Trasformandosi nell’ultimo mese nei principali focolai per la diffusione del Covid-19 anche nelle due regioni dell’estremo sud d’Italia.Il vicedirettore dell’Oms e membro del comitato tecnico scientifico sul Coronavirus, Ranieri Guerra non ha esitato a definire “un massacro” questo fenomeno. Un atto d’accusa da parte chi è anche consulente del ministro della Salute ma che come direttore generale aggiunto dell’Organizzazione mondiale della sanità chiede conto proprio al governo di “cosa è successo e come mai”. “Un massacro”, appunto, con centinaia, probabilmente migliaia di morti nelle case di cura e Residenze sanitarie assistenziali in tutta Europa e di cui il Pio Albergo Trivulzio di Milano, su cui la magistratura ha aperto un’inchiesta, è solo l’episodio più eclatante. A Messina e provincia ci sono i casi di “Come d’incanto”, della “San Martino” e della Rsa di San Marco d’Alunzio. La più colpita la casa di riposo “Come d’incanto” con 63 contagiati tra anziani e operatori e 22 vittime. Alla “San Martino” il numero dei contagi si è fermato a otto: sei anziani ospiti, fra cui una vittima, e due operatori. A San Marco d’Alunzio sono 32 contagiati, fra loro venti anziani, quattro loro parenti di anziani e otto dipendenti. Cinque le vittime. Sempre in Sicilia, in provincia di Palermo, boom di tamponi positivi in una Rsa di Villafrati. Il bilancio di settanta positivi e una dozzina di vittime del Coronavirus ha fatto decidere al presidente della Regione, Nello Musumeci di dichiarare il piccolo comune alle porte del capoluogo “zona rossa”.

ECCO PERCHE’ IL 18 MAGGIO BAR E RISTORANTI FALLIRANNO

News

ASSURDO: A UDINE BICCHIERATA DI AUGURI CON LA PROTEZIONE CIVILE

News

SCANDALO COVID: I DATI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA NON TORNANO A BORRELLI

News

UDINE: ASSEMBRAMENTO DI BALORDI IN AUTOSTAZIONE

News

Connect