Seguici su

Tecnologia

COSA SUCCEDEREBBE SE IL 230 VENISSE RIMOSSO?

Il Presidente USA Trump ultimamente si è accanito molto contro i social network (in particolare verso Twitter), poiché nelle ultime settimane la forte propaganda che sta circolando contro i repubblicani e le grandi menzogne che circolano sempre a loro discapito non stanno venendo bloccate e rimosse dalla circolazione come dovrebbero e sembrerebbe che questo comportamento oltretutto sia intenzionale. A tal proposito, il Presidente USA in vari tweet dei giorni passati, esprime la sua volontà di rimuovere dal “Communications Decency Act” (legge sulla decenza delle comunicazioni) il comma 230, che garantisce l’immunità legale ai social contro eventuali cause per i contenuti postati sulle loro piattaforme. Questa paragrafo della legge è la colonna portante a cui si affidano tutti i social network per rendere completamente libera la diffusione di foto, video, testi, ecc. perché permette alle compagnie proprietarie dei social network di sgravarsi le responsabilità sul tipo di contenuti pubblicati. Trump sembrerebbe molto deciso nel prendere questo provvedimento e questo porterebbe gravissimi disagi alle compagnie dei social network poiché dovrebbero attivarsi repentinamente facendo investimenti smisurati per analizzare ogni singolo post e decidere se renderlo pubblico o meno. Ad ogni modo niente è deciso e quindi la possibilità che niente venga fatto rimane, ma in queste ore probabilmente i grandi proprietari dei maggiori social network staranno sudando freddo pensando al loro futuro.

ECCO PERCHE’ IL 18 MAGGIO BAR E RISTORANTI FALLIRANNO

News

ASSURDO: A UDINE BICCHIERATA DI AUGURI CON LA PROTEZIONE CIVILE

News

SCANDALO COVID: I DATI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA NON TORNANO A BORRELLI

News

UDINE: ASSEMBRAMENTO DI BALORDI IN AUTOSTAZIONE

News

Connect